Ci sono casi in cui, per determinate ragioni, la situazione nella cavità orale è tale da non permettere l’inserimento di protesi fisse. In queste situazioni al paziente viene proposta la realizzazione di protesi mobili.

Considerando i denti mancanti vengono eseguite protesi scheletrate, totali o parziali.

Le protesi totali sono eseguite in acrilato, mentre quelle parziali possono essere in due tipi di materiale: acrilato o wironit (con base in metallo).

Nella scelta della protesi adeguata è molto importante consultare il dottore di medicina dentale e accordarsi sulla soluzione migliore prendendo in considerazione fattori personali, medici, ma anche finanziari.

La realizzazione di una buona protesi totale o parziale richiede molta esperienza e conoscenza per poter restituire al paziente la funzione masticatoria e fonetica, assicurando allo stesso tempo l’estetica del viso sostenendo i tessuti molli.

Sapete che oggi è possibile sostituire ogni protesi dentale classica con protesi supportata da impianti e elementi di ritenzione speciali (es. barra, locator, ecc.)?

Il risultato è una migliore stabilità e unità funzionale con il resto della cavità orale.

 

Protesi totali

Si eseguno per la singola mascella in casi di totale mancanza di denti. A differenza delle protesi parziali, le protesi mobili sono costruite in modo più semplice e consistono da una base per protesi sulla quale vengono posizionati i denti. La base è in acrilato rosa, la quale si fonde con il tessuto gommoso circostante, contribuendo così a una buona impressione estetica generale.

Le protesi totali poggiano direttamente sulla gengiva che ricopre l’osso.

La base della protesi viene eseguita in modo da essere estesa quanto possibile, soddisfando tutte le regole tecniche. In altre parole, la forza esercitata con la masticazione sui denti artificiali della protesi, si trasmette attraverso la base sulla mucosa e la base ossea. Non essendo la mucosa in grado di sopportare grandi pressioni, le forze durante la masticazione dovrebbero essere distribuite uniformemente sulla maggior superficie possibile.

La base superiore copre tutto il palato mentre quella inferiore è a forma di ferro di cavallo e lascia libero lo spazio per la lingua.

 

Protesi su impianti dentari

In molti casi di totale edentulismo i pazienti non possono portare la classica protesi rimovibile. A loro viene raccomandata una protesi di copertura per la quale è necessario posizionare un minor numero di impianti. Considerando che l’intervento stesso è meno invasivo, diminuisce notevolmente anche l’aspetto finanziario della terapia. Questo tipo di protesi può anche rappresentare la protesi ideale e comoda per i pazienti.

 

Protesi Wironit (con base in metallo)

La classica protesi wiron è una protesi rimovibile acrilata con base metallica. Viene utilizzata come soluzione permanente di edentulismo parziale quando altre opzioni non sono possibili.

La protesi è realizzata in materiale nobile (wironit) con elementi di ancoraggio o attachi che fissano la protesi sui denti di supporto collegati ai ponti.

Una volta venivano usati i ganci, ma oggigiorno il sistema di ancoraggio utilizzato per questo tipo di protesi fornisce ottimi resultati funzionali ed estetici, quali la stabilità e discrezione nell’uso della protesi.

A differenza della protesi totale nella quale la forza di masticazione si esercita sulla mucosa, nella protesi parziale la pressione si trasmette agli altri denti, scaricando così la pressione sulla mucosa. Il vantaggio della protesi parziale è che può sopportare maggior forza di masticazione senza irritare la mucosa.

Prima dell’inserimento della protesi parziale, i denti rimanenti devono essere sanati e preparati per la realizzazione della protesi.

 

Protesi combinate

Le protesi combinate sono la soluzione ideale nei casi in cui ci sono alcuni denti presenti nella mascella, che non consentono il montaggio di un ponte, a causa della posizione dei denti, e dove l’inserimento degli impianti non sono un’opzione a causa di motivi medici o finanziari.

In questi casi esiste la possibilità di modificare la protesi wiron sostituendo i ganci come materiale di retenzione con gli attacchi. I denti rimanenti nella mascella si limano e ricoprono con un ponte in metallo-ceramica che alle sue estremità possiede gli attacchi che aiutano a fissare la parte mobile della protesi. Data la robustezza e l’immobilità della protesi dentale i pazienti hanno una funzione masticatoria soddisfacente, essendo completamente invisibile durante le attivita’ quotidiane permettendo ai pazienti di ridere e parlare senza problemi.

Le tendenze future della mecidina dentale sono volte alla realizzazione di protesi permanenti per offrire ai pazienti il miglior trattamento possibile.

Richiedi un preventivo gratuito e ottieni uno sconto speciale

Ti offriamo un preventivo gratuito e un piano terapeutico personalizzato
  • Accepted file types: doc, pdf, png, jpg, jpeg.